Video: Primavera sul Monte Athos, Grecia

http://videosofmyheart.wordpress.com

VIDEOS OF MY HEART

Primavera sul Monte Athos, Grecia

Annunci

Video: Canto dei Monaci Ortodossi del Monte Athos, Grecia

netherlands flflfllf

Canto dei Monaci Ortodossi del Monte Athos, Grecia

Video – Monache Ortodosse: I fiori di dio

IMG_3983

Monache ortodosse: I fiori di dio

Video: San Paisios del Mone Athos, Grecia (+1994)

http://saintpaisios.wordpress.com

SAINT PAISIOS OF MOUNT ATHOS, GREECE

San Paisios del Mone Athos, Grecia (+1994)

Video: La svolta, storie di conversione al Cristianesimo – Tatiana Goritcheva

http://whataboutyoga.wordpress.com

WHAT ABOUT YOGA

La svolta, storie di conversione al Cristianesimo

Tatiana Goritcheva

La tomba dell’amatissimo mama Ilia Kartozia di Norman Atlantic – 2 Video

https://italyofmyheart.wordpress.com

http://saintninageorgiaofmyheart.wordpress.com

SAINT NINA & GEORGIA OF MY HEART

ITALY OF MY HEART

c743d16da2e876bcd06ac91a9ae0960a.jpg

10978687_905858169445386_8081096408740082406_n.jpg

La tomba dell’amatissimo mama Ilia Kartozia di Norman Atlantic

mama-ilias-cxedari.png

10885104_912963088715193_2491982474358410815_n.jpg

borani90.jpg

10857824_925309530813882_2092228612308778923_n.jpg

10014622_925309474147221_6080043443473233550_n.jpg

Video: Canzone dei Loreena McKennitt, Canada – Le ultime parole di un antico Monaco Ortodosso in Isole Skellig, Irlanda

http://smileofireland.blogspot.com

http://irelandandbritishisles.wordpress.com

http://irelandofmyheart.worspress.com

SMILE OF IRELAND

IRELAND AND BRITISH ISLES

IRELAND OF MY HEART

skellig_islands_2.jpg

Le Isole Skellig (Skellig Islands o Skellig Rocks, talvolta abbreviato Skelligs, in inglese; Oiléain na Sceilig in gaelico irlandese ) sono due piccoli isolotti impervi a largo delle coste del Kerry, contea sud-occidentale della Repubblica d’Irlanda.

La più piccola, la prima che si incontra imbarcandosi dalla terraferma irlandese, è Little Skellig (“piccola Skellig”), da sempre disabitata e incontaminata, vero e proprio santuario per numerosissime specie di uccelli marini che vi nidificano.

Subito dopo invece è situato il famoso isolotto di Skellig Michael o Great Skellig, la più grande delle due e senza dubbio la più importante: sulle pendici degli speroni rocciosi di Skellig Michael infatti è situato un monastero (Sesto secolo-850).

La parola “skellig” deriva dal gaelico irlandese Sceilig che significa “roccia”.

“Skellig” by Loreena McKennitt

Skellig

Oh, accendi la candela, John,
ormai è quasi buio
gli uccelli hanno smesso di cantare
le campane chiamano tutti a messa

Siediti qui vicino a me
ché la notte è tanto lunga,
ho qualcosa da dirti
prima di andarmene

Ho aderito alla confraternita
i miei libri erano tutto per me
ho scritto le parole di Dio
e gran parte della storia

Per più di un anno ho vissuto
isolato in uno scoglio sul mare
le onde hanno lavato le mie lacrime,
il vento i miei ricordi

Ho sentito il respiro dell’oceano
spirare sulla riva,
ho conosciuto il sangue della tempesta
ho resistito alla sua furia

E così gli anni sono passati
dentro la mia cella rocciosa
con soltanto un topolino o un uccello
come amici; mi sono affezionato a loro

E così è avvenuto che
sono giunto qui a Romani *
e ci è voluto più di un anno
per arrivare qui da te

Su strade polverose ho camminato
e su alte montagne
ho attraversato fiumi profondi
sotto il cielo infinito

Sotto questi gelsomini,
tra questi cipressi
ora ti consegno i miei libri
e tutti i loro misteri

Ora prendi la clessidra
e capovolgila
perché quando la sabbia si fermerà
allora mi troverai morto

Oh, accendi la candela, John,
ormai è quasi buio
gli uccelli hanno smesso di cantare
le campane chiamano tutti a messa

╰⊰¸¸.•¨

* Probabilmente si tratta di Romani (Bi’r ar Rummanah), una località sulla costa mediterranea della penisola del Sinai.

Fonte traduzione

 

LOREENA MCKENNITT LYRICS

“Skellig”

O light the candle, John
The daylight has almost gone
The birds have sung their last
The bells call all to mass

Sit here by my side
For the night is very long
There’s something I must tell
Before I pass along

I joined the brotherhood
My books were all to me
I scribed the words of God
And much of history

Many a year was I
Perched out upon the sea
The waves would wash my tears,
The wind, my memory

I’d hear the ocean breathe
Exhale upon the shore
I knew the tempest’s blood
Its wrath I would endure

And so the years went by
Within my rocky cell
With only a mouse or bird
My friend; I loved them well

And so it came to pass
I’d come here to Romani
And many a year it took
Till I arrived here with thee

On dusty roads I walked
And over mountains high
Through rivers running deep
Beneath the endless sky

Beneath these jasmine flowers
Amidst these cypress trees
I give you now my books
And all their mysteries

Now take the hourglass
And turn it on its head
For when the sands are still
‘Tis then you’ll find me dead

O light the candle, John
The daylight is almost gone
The birds have sung their last
The bells call all to mass